Info Revisione

LE NOSTRE AMATE VESPE (CINQUANTINI E TARGATE) SONO SOGGETTE A REVISIONE PERIODICA

ECCO QUALCHE INFORMAZIONE UTILE.

La legge prevede (art. 80 del codice della strada) che i motoveicoli nuovi di fabbrica, dopo il quarto anno dalla data della prima immatricolazione, devono essere sottoposti alla revisione, seguendo il mese di immatricolazione stessa.
Successivamente ogni 2 anni da quella data è necessario fare la revisione periodica.
Le stesse norme valgono per i veicoli “anziani” (d’epoca).
A seguito della pubblicazione del Decreto Ministeriale concernente i veicoli d’interesse storico e collezionistico (D.M. 17 dicembre 2009)  è decaduto l’obbligo della revisione annuale per i veicoli iscritti ai registri storici ASI ed FMI. Pertanto anche tali veicoli sono sottoposti all’obbligo biennale di revisione, anzichè annuale.

Dove effettuare la revisione
Per effettuare la revisione periodica ci si può rivolgere al Dipartimento dei Trasporti Terrestri (“Motorizzazione”), per le modalità vedi qui di seguito, oppure ci si puù rivolgere ad officine autorizzate, la cui lista è disponibile presso gli Uffici Provinciali del Dipartimento e sul sito Internet del Ministero dei Trasporti (http://www.infrastrutturetrasporti.it).

IMPORTANTE: In forza del suddetto Decreto Ministeriale per tutti i veicoli costruiti prima del 1 gennaio 1960 vige l’obbligo di effettuare la revisione esclusivamente presso gli Uffici Motorizzazione Civile, tutt’oggi è controversa la questione se i mezzi costruiti prima del 1960 NON registrati al registro storico ASI/FMI possano effettuare la revisione presso i contri autorizzati previo rilascio di propria autocertificazione attestatnte che il veicolo non è registrato, sarà necesario pertanto informarsi preventivamente presso il centro autorizzato prescelto per avere notizie in merito.
Qualora si dovesse procedere con la revisione periodica presso la Motorizzazione la procedura è la seguente:

  1. uffici della MTC di Verona per la presentazione della domanda di revisione, sportello 8 prenotazioni revisioni periodiche, sono aperti al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,00, ed è necessario:
    DI PERSONA: recarsi al suddetto sportello per ritirare il modulo della richiesta e il bollettino postale precompilato per il versamento dell’imposta (45,00 euro circa), ripresentarsi con il modulo compilato con allegata la ricevuta di versamento postale, solo in tale momento verrà assegnata la data e orario di presentazione per sottoporre a revisione il mezzo, oppure
    ON LINE: dopo essersi registrato come utente, scaricare il modello per la richiesta di revisione e compilarlo, effettuare il pagamento online dal sito e presentare il tutto allo sportello suindicato;
  2. per le revisioni in Motorizzazione abbiamo attivato la convenzione con Motoricambi Verona la quale, previ accordi, effettua il servizio di revisione presso la sede della motorizzazione.
    Clicca qui per visitare il sito della MTC di Verona per le info ed essere sempre aggiornato sugli orari degli sportelli.

NB: prima della revisione è utile controllare con particolare attenzione le seguenti parti: efficenza freni, usura e misura pneumatici corrispondenti a quelli indicati nel libretto di circolazione, efficenza sospensioni, funzionamento delle luci (stop compreso), efficente funzionamento segnalatore acustico, rumorosità scarico.

Sanzioni
L’omessa revisione implica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 155,00 a euro 624,00 e ritiro della carta di circolazione che implica il divieto di circolare eccetto che, logicamente, per recarsi alla revisione (art. 80 C.d.S.). Se la violazione è rilevata in autostrada, è possibile procedere al fermo amministrativo, che implica l’immediato trasferimento del veicolo in un luogo di custodia, determinato dagli agenti verbalizzanti con relative spese a carico del trasgressore. nonchè il

IMPORTANTE: dall’agosto 2009 la Motorizzazione sta provvedendo all’aggiornamento della banca dati dei veicoli circolanti. Per i mezzi più “anziani” spesso viene riscontrata la problematica del mancato inserimento nella banca data del numero di telaio, ciò impedisce di effettuare a breve periodo la revisione. Per ovviare all’inconveniente è il caso di rivolgersi per tempo ad un’officina convenzionata o alla motorizzazione onde verificare se la banca dati è aggiornata e nel caso contrario dare avvio alla pratica per l’aggiornamento che solitamente ha una durata di circa due mesi.
nel sito della MTC di Verona (clicca qui) è possibile verificare se il proprio mezzo risulta censito.